Installare Windows 10 Technical Preview su Raspberry Pi 2

Una piccola guida per i veri "makers"

Condividi con i tuoi amici










Inviare

Windows 10 offre potenti strumenti per lo sviluppo rapido e la distribuzione nei dispositivi. Chiunque abbia voglia di creare, inventare, stupire se stesso e gli altri, grazie alle nuove API Windows.Devices di Windows 10 potrà farlo. Il tutto consentendo agli sviluppatori di sfruttare la potenza di Windows e al tempo stesso di interagire con il mondo reale tramite per esempio sensori e attuatori.

Mettiamoci all’opera.

Di cosa abbiamo bisogno

  • Sistema con Windows 10 Insider Preview – macchina fisica, non Virtual Machine
  • Raspberry Pi 2
  • Alimentatore micro USB da 5V micro USB con almeno una corrente di 1A
  • Scheda Micro SD da almeno 8Gb (meglio se Classe 10)
  • Cavo HDMI
  • Cavo Ethernet Rj45

Trasferire Windows 10 IoT C. I. Preview nella SD

Microsoft ha fornito, integrata in Windows 10, un utility attraverso il cui è possibile trasferire un’immagine del Sistema Operativo Windows 10 IoT Core Insider Preview in una scheda SD. Gli step seguenti potranno essere eseguiti solo su un sistema che stia già eseguendo Windows 10 dalla build 10069 in su.

Nota: abbiamo bisogno di una macchina Windows fisica (e non una VM) perché abbiamo bisogno di accedere al lettore di Schede SD, e spesso non è disponibile usarlo con Software di Virtualizzazione.

Seguiamo queste indicazioni per configurare la nostra Scheda SD:

  1. Scarichiamo la ISO per il Raspberry Pi 2 dal Microsoft Download Center.
  2. Salviamo la ISO in una cartella in locale
  3. Doppio clic sulla ISO (IoT Core RPi.iso) in modo da montare automaticamente l’immagine in un lettore CD virtuale per accederne al contenuto.
  4. Installare “Windows_10_IoT_Core_RPi2.msi”. Quando l’installazione sarà terminata, il file flash.ffu sarà situato in “C:\Program Files (x86)\Microsoft IoT\FFU\RaspberryPi2”
  5. Espellere la ISO montata nel lettore CD virtuale
  6. Inserire la Scheda SD nel lettore di Schede SD.
  7. Usare l’utility IoTCoreImageHelper.exe per configurare la Scheda SD. Per trovare il programma è sufficiente cercare dal menu Start “WindowsIoT” e selezionare il collegamento “WindowsIoTImageHelper”
  8. Lo strumento analizzerà i dispositivi come è possibile vedere nello screen. Selezioniamo la Scheda SD che vogliamo configurare e successivamente cerchiamo il percorso dell’immagine ffu. Una volta pronti clicchiamo sul pulsante Flash.Utility per flashare Windows 10 sul Raspberry
  9. Cliccare in seguito sull’icona Safely Remove Hardware (Rimozione sicura dell’Hardware) nella task tray e a questo punto selezioniamo il lettore Schede SD per espellere in modo sicuro la nostra Scheda pronta per Windows 10 IoT Core Insider Preview.

Nota: IoTCoreImageHelper.exe è il tool raccomandato per configurare la Scheda SD. Oppure è possibile fare altrettanto con l’utility DISM (Deployment Image Servicing and Management tool) seguendo le istruzioni sul sito di Microsoft.

Preparare e connettere il Raspberry

  1. Inserire la micro SD card che abbiamo preparato nell’apposito connettore (lo slot è sul lato opposto della board).
  2. Collegare un cavo di rete nella porta Ethernet della board.
  3. Collegare un cavo HDMI nell’apposito connettore, in modo da collegarlo ad un monitor.
  4. Collegare il cavo di alimentazione nella porta micro USB del Raspberry.Board Raspberry Pi2 pronta per Windows

Avviare Windows 10 IoT Core Insider Preview

  1. Windows 10 IoT Core Insider Preview si avvierà automaticamente dopo aver collegato il cavo di alimentazione.
  2. Nel primo avvio, Windows IoT Core eseguirà una piccola configurazione iniziale visualizzando uno schermata di colore blu (Non interrompere l’alimentazione durante questa fase!). Dopo qualche minuto il Raspberry si riavvierà automaticamente. Questo accadrà solo la prima volta, dopodiché la DefaultApp dovrebbe visualizzarsi, mostrando l’indirizzo IP ed i dati del Raspberry Pi 2.Windows 10 su Raspberry Pi2 al primo avvio
  3. Seguendo la documentazione del PowerShell è possibile utilizzare usare quest’ultima per connettersi al nostro dispositivo. E’ possibile anche seguire le istruzione qui per utilizzare una connessione SSH e connettersi al Raspberry.
  4. E’ altamente raccomandato aggiornare la password di default per l’account Amministratore (vecchia storia).
  5. Il Visual Studio Remote Debugger si avvierà automaticamente sul Raspberry Pi2 all’avvio del sistema.

FAQ e Troubleshooting

> Perché lo schermo appare tagliato o schiacciato?

Puo’ accadere su alcuni monitor. Per sistemare la faccenda è possibile utilizzare un workaround per far lavorare la board in modalità DVI anziché HDMI. Inseriamo la SD in un PC e procediamo ad editare il file config nella partizione EFIESP come segue:

hdmi_group=2 # forza ad usare il timing DVI

> Visto che è possibile preparare la SD anche con DISM (Gia presente in Windows), posso utilizzare un sistema con Windows 8.1 o precedente?

No. La versione del DISM è differente, per cui quando andremo ad utilizzare il comando /applydrive restituirà un messaggio di errore. E’ necessario avere Windows 10.

> Il Wifi ed il Bluetooth sono supportati in Windows 10 IoT Core Preview?

No. Per il momento non c’è alcun supporto ma gli sviluppatori stanno già lavorando per integrarlo nei prossimi aggiornamenti.

> Perché è consigliata una SD da almeno 8gb? Serve tutto questo spazio?

L’immagine di Windows 10 IoT Core è inferiore ad 1Gb, gli 8Gb consigliati servono per fornire ulteriore spazio per installare contenuti addizionali sul dispositivo.


Condividi con i tuoi amici










Inviare
About the Author

Andrea Pigliacelli

Andrea Pigliacelli

#ICT Consultant & Technician, Assistant #ProjectManager, #Cisco Instructor - Amante del'Informatica e della Pesca Sportiva. Scrivo di #IT per evangelizzare e fare informazione. Mi occupo principalmente di reti, Internet, e di Networking e sicurezza in generale. Mi sforzo e cerco di contribuire per avere un #Internet libero per chiunque. Segui Andrea Pigliacelli su Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *