App: HTML5 vs Nativo vs Codice ibrido

Condividi con i tuoi amici










Inviare

Ecco il risultato del sondaggio tra 3.500 sviluppatori di tutto il mondo

E’ il caso di costruire applicazioni mobili in codice nativo su ogni piattaforma (iOS, Windows Phone, Android), oppure è necessario adottare una metodologia cross-platform come l’ HTML5 ?

Diciamo che rispetto a inizio 2013, quando il 94% degli sviluppatori scelsero direttamente l’ HTML5, nel 2014 possiamo notare qualcosa di diverso. Merito degli aggiornamenti alle SDK?
Per essere più precisi, il 40% degli sviluppatori dicono di aver iniziato in codice nativo solo per poi migrare all’ HTML5 , mentre il 31% ha iniziato a sviluppare in “cross-platform” per passare poi al nativo.

HTML5 vs Nativo vs Ibrido

Grafico riassuntivo dei dati

Gli sviluppatori si stanno rapidamente rendendo conto che non esiste una soluzione “one-size -fits -all” (letteralmente “una sola misura per entrare/adattarsi in/a tutto“) per il loro processo di sviluppo mobile.

La scelta tra approcci nativi o ibridi dipende da esigenze aziendali, dai requisiti dell’ applicazione, dall’abilità di sviluppo,  dallo sviluppo temporale e altri fattori.

I dati ci confermano comunque che c’è un calo piuttosto significativo del numero di sviluppatori che costruiscono in codice nativo: 8% rispetto al 15% all’inizio 2013.

Aziende: scegliere l’HTML5 o no?

La grande domanda è:

l’HTML5, con cui costruire App con l’interattività e le capacità di una piattaforma web avanzata, è “Enterprise-ready“? Si presta allo sviluppo di nuovo Business?

La risposta secondo un indagine di Telerik , è che per il 31% degli sviluppatori, l’HTML5 lo è ora, mentre per  il 26% lo sarà nei prossimi 12 mesi.
La grossa fetta di sviluppatori , ben il 37%, dice che l’HTML5 sarà Enterprise-ready non prima un anno anno. La percentuale che rimane, rinominati simpaticamente i “non credenti”, per il  6%, dicono che non lo sarà mai.

L'HTML5 è Enterprise-Ready?

La cosa buffa è che considerando la grossa fetta di coloro che considerano l’HTML5 non maturo e coloro che credono che non lo sarà mai, il 91% degli intervistati totali ha affermato che sta già sviluppando in HTML5 su desktop e il rimanente su mobile.

Un po contraddittorio? Io direi di no, perché la spiegazione semplice è che Desktop e Mobile sono due tipologie diverse di business, possono lavorare e produrre insieme, ma sono entità diverse.

Una chicca, soprattutto per i fan di Apple

Non molti sanno o ricordano che Steve Jobs inizialmente non volle applicazioni native su iPhone, preferendo invece le applicazioni Web-Based.

Naturalmente dopo il lancio dell’ App Store di iOS tutto è cambiato, ed insieme all’enorme successo di Google Play, Jobs dedicò il suo interesse in applicazioni native e non solo su iPhone. E così si orientò anche tutto il mercato delle App.

In conclusione

Fortunatamente gli sviluppatori non sono così ferrei nello scegliere nativo, cross-platform o applicazioni HTML5, bensì prediligono scelte che soddisfino il bisogno di ogni singolo progetto con tutte le considerazioni del caso.

L’HTML5 rappresenta una grande sfida, sia in ambiente Desktop che in ambiente Mobile. Migrare a codice ibrido o in HTML5 puro può rivelarsi un buon investimento, ma c’è chi ancora preferisce aspettare e utilizzare la potenza del Web come surplus.

La morale che le Aziende dovrebbero sapere dunque, è che quello di cui hanno bisogno gli sviluppatori, sono strumenti che possano aiutarli a essere efficienti ed in grado di produrre App efficaci, indipendentemente dall’approccio scelto.


Condividi con i tuoi amici










Inviare
About the Author

Andrea Pigliacelli

Andrea Pigliacelli

#ICT Consultant & Technician, Assistant #ProjectManager, #Cisco Instructor - Amante del'Informatica e della Pesca Sportiva. Scrivo di #IT per evangelizzare e fare informazione. Mi occupo principalmente di reti, Internet, e di Networking e sicurezza in generale. Mi sforzo e cerco di contribuire per avere un #Internet libero per chiunque. Segui Andrea Pigliacelli su Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *